"Intercultural Education and Youth Work for More Inclusive Europe"

"Intercultural Education and Youth Work for More Inclusive Europe"


Data di arrivo: 03-09-2017

Data di partenza: 11-09-2017

Luogo: , Lituania + Armenia

Tipo: Corso di formazione + visita studio

Partecipanti: 2

Scadenza: 10-07-2017


Obbiettivi

  • fornire nozioni strutturate sui temi dell'emigrazione, immigrazione, integrazione e multiculturalismo a 36 operatori sociali in ambito giovanile provenienti da diversi paesi europei,
  • analizzare lo stato di emigrazione e immigrazione nei paesi partner e identificarne cause ed effetti,
  • analizzare l'attuale situazione dei flussi migratori e ideare soluzioni sostenibili per le sfide in essa implicite, partendo dalla prospettiva del lavoro in ambito giovanile,
  • promuovere l'accoglienza, il rispetto e l'apertura mentalenei riguardi dei migranti, nel contesto dell'attivismo giovanile,
  • condividere esperienze e buone pratiche di integrazione, all'interno delle organizzazioni di giovani,
  • dotare gli operatori sociali in ambito giovanile delle competenze necessarie a combattere l'odio, la disinformazione nei riguardi dei migranti,
  • creare un network di organizzazioni interessate a essere coinvolte nei processi di gestione della migrazione nei paesi partner del progetto.

Descrizione

L'attuale crisi dei rifugiati ha creato divisioni tra i cittadini europei e messo in discussione i valori basilari dell'Unione. Per quelli sopravvissuti ai pericoli delle rotte migratorie e del traffico di esseri umani; raramente l'arrivo in Europa è coinciso con la fine delle sofferenze. Le autorità pubbliche hanno spesso fallito nel rispondere in maniera efficace all'arrivo di ingenti quantità di migranti. All'accoglienza approssimativa, alla corruzione e alla chiusura delle frontiere, si è spesso abbinata l'attitudine ostile di alcuni cittadini europei.  Questi deficit sono rapidamente degenerati, incrementando lo sviluppo della radicalizzazione, del nazionalismo e di movimenti politici estremisti. 

Le organizzazioni della società civile possono giocare un ruolo cruciale nel contrasto alle forme di radicalizzazione derivanti dalla crisi dei migranti; moltiplicando le buone pratiche di inclusione e integrazione.

Pertanto, diventa essenziale creare un network di organizzazioni interessate a operare concretamente nel campo della deradicalizzazione e della gestione della crisi dei migranti. Altrettanto necessario  è dotare gli operatori sociali in ambito giovanile, delle competenze necessarie a combattere la fobia dei migranti e facilitare l'integrazione e la multiculturalità nella società europea.

Nasce così l'idea di organizzare questo progetto strutturato in due mobilità: corso di formazione in Lituania e visita studio in Armenia. Ciascuna mobilità è indirizzata a 36 operatori sociali in ambito giovanile provenienti da Lituania, Repubblica Ceca, Estonia, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Romania, Svezia, Armenia, Bielorussia, Macedonia, Georgia, Moldova, Serbia e Ucraina.. 


Requisiti

ATTENZIONE: Entrambi gli eventi coinvolgeranno gli stessi 36 partecipanti, al fine di elevare l'impatto del progetto. Perciò se sei selezionata/o per il corso di formazione in Lituania (03 - 11 settembre), dovrai partecipare obbligatoriamente anche alla visita studio in Armenia (15 - 22 ottobre),

Candidati SOLO se:

  • sei residente in Italia,
  • sei attiva/o nella salvaguardia dei diritti umani e nell'inclusione dei migranti e dei rifugiati,
  • sei REALMENTE libera/o da altri impegni nel periodo indicato,
  • sei in possesso di una buona padronanza della lingua inglese,
  • capisci che partecipando rappresenti la nostra associazione e, pertanto, ogni comportamento che ne comprometta l'immagine non è tollerato (in special modo assenze e ritardi).
  • sei creativa/o, curiosa/o, risoluta/o, tollerante e puoi garantire il massimo impegno per la migliore riuscita dell'attività

Condizioni

Alloggio e vitto 100% gratis.

Rimborso viaggio: 100% fino a un massimo di 360€.

Il progetto è co-finanziato dalla Comunità Europea attraverso il programma Erasmus+ (Key Action 1 – Progetti di mobilità nei settori dell'educazione, formazione e gioventù).